SISTEMA CARGOS. Gli adempimenti per il noleggio dei veicoli
SISTEMA CARGOS. Gli adempimenti per il noleggio dei veicoli

Il Sistema di Tracciamento dei Veicoli Concessi a Noleggio attivato per contrastare fenomeni legati al terrorismo. [...]

Pronti, partenza, via! Come far decollare la vostra attività di autotrasporto fino a 35 quintali.
Pronti, partenza, via! Come far decollare la vostra attività di autotrasporto fino a 35 quintali.

Aperte le iscrizioni del corso di formazione professionale organizzato da Studio Venos.[...]

Nazionalizzazione veicolo con targa estera
Nazionalizzazione veicolo con targa estera

Hai acquistato l'auto all'estero? Per poterla guidare legalmente in Italia va registrata e immatricolata.
Scopri come possiamo aiutarti![...]

Buone Feste! I nostri orari per le festività
Buone Feste! I nostri orari per le festività

Gli orari dei nostri uffici di Pordenone e Portogruaro subiranno delle variazioni per le festività. Scoprile in questo articolo. Buone Feste! [...]

Come prepararsi al calendario dei divieti del traffico veicolare nel 2023
Come prepararsi al calendario dei divieti del traffico veicolare nel 2023

Preparati per tempo alle interruzioni del traffico veicolare che si verificheranno durante le festività e i periodi feriali del 2023.[...]

previous arrow
next arrow

Come prepararsi al calendario dei divieti del traffico veicolare nel 2023

Calendario dei divieti del traffico veicolare nel 2023

Con l’avvicinarsi del 2023, è essenziale iniziare a prepararsi alle interruzioni del traffico veicolare che si verificheranno durante le festività o i periodi feriali.
Con un maggior numero di veicoli sulle strade e una maggiore congestione del traffico in determinati momenti dell’anno, vengono stabiliti dei fermi della circolazione, per questo è importante pianificare e prepararsi adeguatamente.

La preparazione a questi disagi può avvenire in diversi modi, ad esempio studiando i modelli di traffico, riducendo al minimo il numero di spostamenti e pianificando i percorsi.
Inoltre, è essenziale comprendere le esigenze della logistica nel trasporto merci e programmare di conseguenza i viaggi. Vanno valutate le leggi e le norme per evitare sanzioni ed eventuali violazioni del codice della strada. Adottando le misure necessarie, è possibile ridurre le probabilità di interruzione dei viaggi e del traffico, garantendo l’approvvigionamento delle merci senza disagi.

Comprendere le interruzioni del traffico veicolare

Come ogni anno, per riuscire a gestire il traffico veicolare, viene emanato un decreto (Allegato a fondo pagina) per stabilire i fermi della circolazione durante le vacanze, a causa dell’aumento del numero di viaggiatori e della fretta di raggiungere le proprie destinazioni. Il traffico crea disagi che aumentano anche in funzione di eventuali condizioni meteorologiche avverse, incidenti e maggiore presenza di forze dell’ordine.
Durante le vacanze, la maggior parte delle persone preferirà raggiungere le proprie destinazioni in auto, per la comodità di viaggiare in macchina. Le persone si spostano per visitare i propri cari, partecipare a feste e visitare destinazioni turistiche. Ciò provoca un aumento del traffico sulle strade e sulle autostrade, in particolare nei giorni pre-festivi e festivi, con conseguenti disagi per gli spostamenti e una maggiore probabilità di interruzioni del traffico.
Inoltre, le persone avranno fretta di raggiungere le loro destinazioni e questo porterà a un aumento della guida aggressiva e delle violazioni del codice della strada.
Questo aumento del traffico causerà disagi e renderà gli spostamenti in auto meno convenienti e più pericolosi. Per questi motivi il legislatore cerca, tramite il fermo della circolazione dei mezzi pesanti di ridurre le condizioni di rischio.

Prepararsi a possibili interruzioni e conoscere il calendario dei divieti

Preparati a possibili interruzioni del traffico veicolare nei giorni di festa.
Conoscere il calendario dei divieti di circolazione è essenziale per programmare l’attività di autotrasporto e riuscire a consegnare le merci senza intoppi.
Preparati con “calendario alla mano” e assicurati di avere un ambiente di guida sicuro.
Se si verifica un’interruzione, è importante mantenere la calma e seguire le istruzioni delle autorità. Preparati alle possibili interruzioni che possono verificarsi anche il giorno prima della festa.

Ottimizzare il tempo di viaggio

Una corretta programmazione del percorso e del periodo di guida, permette di ottimizzare il tempo di viaggio per ridurre la probabilità di rimanere bloccati nel traffico. Il modo migliore per farlo è studiare i modelli di traffico del percorso che si intende percorrere.
Scopri quando è previsto il traffico intenso e pianifica il tuo viaggio di conseguenza. Pianifica un itinerario che ti permetta di evitare le zone di traffico intenso e scegli un orario appropriato per il viaggio.
Se il viaggio è lungo, pianifica più pause per garantire la sicurezza e non guidare troppo a lungo rispettando la normativa legata a pause e riposi. In questo modo si potranno consegnare le merci senza intoppi e rientrare alla propria sede di stabilimento.

Studio dei modelli di traffico

Studiare i modelli di traffico è il modo migliore per prepararsi ai viaggi.
Utilizza le informazioni sul traffico e i feed del traffico in tempo reale per studiare l’andamento delle strade che percorrerai. In questo modo potrai scegliere un percorso che eviti le aree a traffico intenso e pianificare un orario appropriato per il viaggio. Inoltre, ti consentirà di individuare percorsi alternativi in caso di code e blocchi della circolazione.

Il calendario dei divieti

Qui sotto troverai il calendario dei divieti. Riportiamo inoltre i veicoli esentati dai fermi della circolazione.  

Veicoli esentati dai fermi della circolazione:
– Forze di Polizia;
Forze Armate e Corpo delle Capitanerie di Porto;
Vigili del Fuoco;
Protezione Civile;
Croce Rossa Italiana;
Regioni ed altri Enti territoriali, anche in forma associata.

Altra esenzione riguarda i veicoli adibiti ai seguenti servizi pubblici, anche se circolano scarichi:
– fornitura di acqua, gas, anche in bombole ed energia elettrica;
– nettezza urbana e raccolta rifiuti, escluso il servizio di trasporto dal centro di raccolta a quello di smaltimento;
– servizi postali, effettuati con veicoli appartenenti al Dipartimento per le comunicazioni del Ministero dello sviluppo economico o alle Poste Italiane S.p.A., contrassegnati con l’emblema PT o con l’emblema Poste Italiane, nonché quelli di supporto, purché muniti di apposita documentazione rilasciata dall’amministrazione delle poste e telecomunicazioni, anche estera, nonché quelli in possesso, ai sensi del decreto legislativo 22 luglio 1999, n. 261, e successive modificazioni, di licenze e autorizzazioni rilasciate dal medesimo Dipartimento, se effettuano, durante i giorni di divieto, trasporti legati esclusivamente ai servizi postali;
– servizi radiotelevisivi;
– servizi di pronto intervento e di emergenza connessi alla gestione della circolazione stradale, utilizzati dagli enti proprietari e/o gestori di strade;
– altri servizi pubblici finalizzati a soddisfare esigenze collettive urgenti, purché muniti di idonea documentazione comprovante la necessità.

Inoltre il divieto di cui all’articolo 2 non trova, altresì, applicazione per i veicoli ed i complessi di veicoli appartenenti alle seguenti particolari categorie, anche se circolano scarichi:
– autocisterne adibite al trasporto di acqua per uso domestico;
– autocisterne adibite al trasporto di latte fresco;
– autocisterne adibite al trasporto di altri liquidi alimentari, esclusivamente per il trasporto di latte fresco;
– veicoli adibiti al trasporto di alimenti per animali da allevamento o di materie prime per la loro produzione;
– autocisterne adibite al trasporto di combustibili liquidi o gassosi destinati alla distribuzione ed al consumo sia pubblico sia privato;
– macchine agricole ai sensi dell’articolo 57 del codice della strada e macchine agricole eccezionali ai sensi dell’articolo 104 del medesimo codice.

I casi particolari per i quali vige l’esenzione dai divieti di circolazione sono i seguenti:
– veicoli prenotati per ottemperare all’obbligo di revisione, limitatamente ai giorni feriali, purché il veicolo sia munito del foglio di prenotazione e solo per il percorso più breve tra la sede dell’impresa intestataria del veicolo e il luogo di svolgimento delle operazioni di revisione, escludendo dal percorso tratti autostradali;
– veicoli che, a causa di urgenti e comprovate necessità, richiedono l’intervento di un’officina di riparazione con sede fuori dal centro abitato in cui ha sede l’impresa;
– veicoli che compiono il percorso per il rientro alle sedi, principale o secondaria, dell’impresa intestataria degli stessi, da documentare con l’esibizione di un aggiornato certificato di iscrizione alla Camera di commercio, industria ed artigianato, nonché per il rientro alla residenza o domicilio del conducente, purché tali veicoli non si trovino ad una distanza superiore a 50 km dalle medesime sedi o residenze al momento dell’inizio del divieto e non percorrano tratti autostradali.

Il divieto non trova applicazione per i veicoli che trasportano esclusivamente le seguenti tipologie di merci, anche se circolano scarichi:
– forniture destinate al servizio di ristoro a bordo degli aeromobili o di motori e parti di ricambio di aeromobili;
– forniture di viveri o di merci destinate ad altri servizi indispensabili alle attività della marina mercantile;
– giornali, quotidiani e periodici;
– prodotti per uso medico;
– prodotti alimentari deperibili che devono essere trasportati in regime ATP;
– prodotti agricoli che, pur non richiedendo il trasporto in regime ATP, sono soggetti ad un rapido deperimento e pertanto necessitano di un tempestivo trasferimento dai luoghi di produzione a quelli di deposito o vendita:
– frutta fresca;
– ortaggi;
– fiori recisi;
– semi vitali non ancora germogliati;
– uova da cova, con specifica attestazione all’interno del documento di trasporto;
– sottoprodotti derivanti dalla macellazione di animali;
– prodotti per fronteggiare l’attuale emergenza da Coronavirus (COVID-19)
– veicoli che trasportano animali vivi nelle seguenti condizioni, anche se circolano scarichi, purché muniti di idonea documentazione attestante la necessità del carico o scarico anche nei periodi di vigenza del divieto: pulcini destinati all’allevamento; animali vivi destinati alla macellazione; animali vivi provenienti dall’estero; animali destinati a gareggiare in manifestazioni agonistiche autorizzate, da effettuarsi od effettuate nelle quarantotto ore.

Ulteriori esenzioni sono previste per altre tipologie di veicoli come quelli per alcuni trasporti in ADR.

I veicoli con l’esenzione devono essere muniti di cartelli indicatori di colore verde delle dimensioni di 0,50 m di base e 0,40 m di altezza, con impressa in nero la lettera “d” (dispensati) minuscola di altezza pari a 0,20 m, fissati in modo ben visibile su ciascuna delle fiancate e sul retro.

Per ulteriori informazioni contatta la nostra Agenzia di Pratiche Auto:
revisioni@studiovenos.it
Telefono 0434 536093