Trasporti eccezionali: cosa cambia con il Decreto Infrastrutture
Trasporti eccezionali: cosa cambia con il Decreto Infrastrutture

Con il Decreto Infrastrutture sono state apportate modifiche riguardanti i limiti di peso e di sagoma della merce...[...]

Novità! Immatricolazione macchine agricole anche per privati e aziende non agricole
Novità! Immatricolazione macchine agricole anche per privati e aziende non agricole

La disciplina di circolazione delle macchine agricole è stata modificata e presenta delle interessanti novità.[...]

Europa libera tutti!
Europa libera tutti!

Con il Reg. UE 2020/1055 si riscrive l'autotrasporto europeo togliendo le barriere all'ingresso. Nulla più ostacola l'accesso al mercato, vale a dire: addio alle cosiddette "licenze di trasporto". [...]

Distacco autista: modello di comunicazione preventiva
Distacco autista: modello di comunicazione preventiva

Emanata da Ministero del Lavoro e INPS la circolare che regolamenta la comunicazione di distacco dell'autista che effettua trasporti verso paesi comunitari. [...]

31 dicembre 2021: scadenza versamento quote albo autotrasporto
31 dicembre 2021: scadenza versamento quote albo autotrasporto

A fine anno scade il termine per il pagamento della quota di iscrizione all'Albo degli Autotrasportatori.
[...]

previous arrow
next arrow

Revisione veicoli: dal 1° novembre gli aumenti

Revisione auto

Dal 1° novembre 2021, salvo ulteriori proroghe in extremis, saranno applicati gli aumenti alle tariffe di revisione per autovetture e altri veicoli che vengono effettuate presso i centri privati. Una disposizione del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili (MIMS) che porta gli attuali importi di € 45,00 a € 54,45. 

L’aumento è stato di € 9,95 stabilito con Decreto MIMS n.129 del 3 agosto 2021 a seguito dell’articolo 1, comma 705, della legge 30 dicembre 2020, n. 178, il quale prevede che “Al fine di adeguare la tariffa relativa alla revisione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, di cui all’articolo 80 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, ai sensi del comma 12 del citato articolo 80, con proprio decreto, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, modifica la tariffa prevista dall’articolo 2, comma 1, del regolamento di cui al decreto del Ministro dei trasporti 2 agosto 2007, n. 161.”

Era quindi da 14 anni che la tariffa per le revisioni non veniva modificata. Ora con questo Decreto si avrà un aumento di € 9,95. Un aumento piuttosto significativo visto che si parla del 22% in più rispetto all’attuale tariffa per la revisione, vale a dire un aumento di circa l’1,5% per ogni anno a partire dal 2007.

Riteniamo utile però, al di là delle cifre, precisare che l’aumento non coinvolge tutte le revisioni o tutti i mezzi, bensì è riferito esclusivamente alle revisioni effettuate presso le “officine private autorizzate”. Quindi l’aumento non coinvolge i veicoli che si presentano a revisione presso le sedi della Motorizzazione Civile oppure nei centri privati ove la revisione viene effettuata da un ispettore della Motorizzazione. 

Risulta quindi evidente che l’aumento non coinvolge i “mezzi pesanti”, vale a dire i veicoli con massa complessiva superiore alle 3,5 ton oppure i veicoli per trasporto persone superiori ai 9 posti a sedere, in quanto questi veicoli hanno l’obbligo di essere revisionati da un tecnico della Motorizzazione e non possono rivolgersi ad un’officina privata autorizzata. 

Per qualsiasi info scrivere a: revisioni@studiovenos.it