Credito d’imposta su gasolio per l’autotrasporto: ulteriori indicazioni dal Ministero
Credito d’imposta su gasolio per l’autotrasporto: ulteriori indicazioni dal Ministero

In attesa del via il Ministero ha fornito ulteriori chiarimenti sulle modalità di erogazione del decreto d'imposta sul gasolio per gli...[...]

Pratica auto di collaudo per uso speciale
Pratica auto di collaudo per uso speciale

Tra le pratiche auto e le richieste di collaudo per modifica dei veicoli vi è quella di trasformazione in uso speciale. Scopri come trasformare e modificare un veicolo.[...]

Le pratiche auto nel mese di agosto
Le pratiche auto nel mese di agosto

Agosto 2022: variazione orari di apertura per passaggi di proprietà e pratiche auto in genere. Gli uffici saranno aperti con orario ridotto per garantire pratiche e servizi ai...[...]

Autotrasporto: ecco le agevolazioni sul gasolio
Autotrasporto: ecco le agevolazioni sul gasolio

Per rispondere al caro gasolio, il MiMS ha emanato un decreto a sostegno delle imprese di trasporto merci conto terzi. Scopri qui come accedervi![...]

Pratiche auto e collaudi – Le novità per sistema ruota e ganci di traino su veicoli
Pratiche auto e collaudi – Le novità per sistema ruota e ganci di traino su veicoli

I nuovi decreti attuano un'importante semplificazione nelle procedure che permette di risparmiare tempo e ottenere un servizio... [...]

previous arrow
next arrow

Pratiche auto: veicolo con targa estera, ecco come comportarsi

Veicolo con targa estera

La notizia è stata riportata anche dai quotidiani locali della provincia di Pordenone, un cittadino italiano che circolava con “targa straniera non in regola” è stato multato per 400 euro ed il veicolo posto in stato di fermo. Il conducente infatti, non aveva effettuato la pratica auto per la registrazione al REVE

Di questo Registro, il REVE, e dei veicoli che circolano nel territorio italiano con targa estera, ne abbiamo già parlato in un articolo precedente che potete leggere cliccando qui.
La domanda che spesso ci viene rivolta dagli automobilisti è se serva una reimmatricolazione, un passaggio di proprietà o quale altra procedura legata alle pratiche auto debba essere messa in atto per circolare regolarmente con un veicolo immatricolato in un paese della Comunità Europea e quindi con apposta una targa straniera.

La normativa prevede che non sia necessario immatricolare nuovamente il veicolo in Italia e quindi nazionalizzarlo attraverso una reimmatricolazione, non è nemmeno necessario un passaggio di proprietà, tutto questo però solo a determinate condizioni cioè se comunico i dati allo Stato italiano.

È possibile circolare in regola con veicolo che riporta una targa straniera solo se lo stesso è intestato ad un cittadino che non ha la residenza in Italia e colui che lo utilizza a seguito di un contratto di noleggio o comodato (uso gratuito), abbia la residenza in Italia.

Diversamente, se il veicolo straniero è intestato ad un cittadino con residenza in Italia da oltre novanta giorni, in questo caso si dovrà procedere con una pratica auto per poterla reimmatricolare al fine di nazionalizzarla.

Ma occupiamoci nuovamente del veicolo con targa straniera, intestato ad un cittadino straniero che è stato concesso ad un cittadino italiano a seguito di un contratto di leasing, di comodato gratuito o in presenza di un contratto di lavoro con ditta estera. 

La recente normativa sul “REVE”  (Registro Elettronico Veicoli Esteri) che viene tenuto e gestito dal Pubblico Registro Automobilistico, ha consentito alle agenzie di pratiche auto, attraverso degli appositi collegamenti telematici di procedere con le comunicazioni necessarie utili alla conduzione in regola del veicolo. Non si dovrà quindi procedere ad effettuare un passaggio di proprietà ma ad una comunicazione telematica che si potrà effettuare tramite il nostro Studio di consulenza provvisto dei necessari collegamenti telematici.

Da parte della Pubblica Amministrazione sono stati recentemente forniti dei chiarimenti sulla procedura di iscrizione, ad esempio confermando che un cittadino con doppia residenza, italiana e straniera può comunque richiedere la trascrizione al Registro Elettronico dei Veicolo Esteri e quindi utilizzare il mezzo senza incorrere in sanzioni una volta effettuata la comunicazione.

Il reparto “STA” (Sportello Telematico dell’Automobilista) dello Studio Venos di Pordenone e Portogruaro, tramite l’intervento dei nostri operatori professionali, potrà supportare i cittadini che necessitano di continuare ad utilizzare un veicolo straniero che rientra nel “REVE” e possono procedere con le dovute comunicazioni.

Per informazioni è sufficiente rivolgersi presso i nostri uffici oppure telefonare al numero 0434 53.60.93. Diversamente è possibile contattarci anche tramite mail all’indirizzo sta@studiovenos.it

Presso lo Studio Venos si potranno ottenere le necessarie informazioni relative alle pratiche auto e passaggi di proprietà e come in questo caso la possibilità di effettuare la comunicazione al REVE del veicolo con targa straniere.

Per informazioni non esitare a contattare la nostra agenzia di pratiche auto, rivolgersi a dei professionisti del settore ti permette di risparmiare tempo ed evitare spiacevoli sanzioni.
Circola in sicurezza!